Anni ’20: violenze e censure fasciste a Ischia

Riportiamo due articoli apparsi su ‘L’Unità‘ tra il 1924 e il 1925. La repressione e le violenze fasciste di quegli anni sono una verità conclamata; di contraltare ci riserviamo il dubbio che un quotidiano d’opposizione possa essere caduto nella tentazione di gonfiare almeno la prima notizia. In ogni caso, è certo che ci troviamo al cospetto di due episodi da non dimenticare della storia d’Ischia a cavallo tra le due guerre mondiali.

Violenza Fascista ad Ischia (8/9/24)

Forio - La chiesa del Soccorso negli anni '20

Forio – La chiesa del Soccorso negli anni ’20

Finiva male la costituzione del Comitato delle Opposizioni in programma ad Ischia l’8 settembre 1924. Su ‘L’Unità’ del giorno seguente si potevano leggere i fatti: i vari rappresentanti, appena scesi dal piroscafo partito da Napoli, venivano accolti al Porto dagli squadristi fascisti. In un primo momento non ci furono episodi di particolare violenza grazie al pronto intervento dei Carabinieri. Giunto il gruppo antifascista al locale dove si sarebbe dovuta tenere la riunione, a discussioni iniziate, gli squadristi tornavano alla carica: pochi gli agenti a difesa degli oppositori, la cui riunione veniva così compromessa dalle continue urla. Anche il viaggio di ritorno fu costellato da insulti e minacce (nel mirino soprattutto il repubblicano avv.Ingangi, mutilato di guerra): alcuni fascisti si imbarcavano sul piroscafo, rendendo ancora indispensabile l’intervento dei Carabinieri: gli stessi agenti furono costretti a scortare i rappresentanti dell’opposizione fino a Napoli. Le vittime si recarono poi in questura per denunciare i fatti.

Non aderisce al fascismo, sciolto circolo cattolico a Forio (20/8/25)

Nell’agosto 1925, il Circolo operaio cattolico di Forio veniva sciolto per aver rifiutato di aderire al movimento sindacale fascista. Applicato l’articolo 3 della legge comunale e provinciale, con la seguente motivazione: “Falsando gli scopi della istituzione faceva opera politica con grave pericolo per l’ordine pubblico”. La notizia trovava risalto su ‘L’Unità’ del 21 agosto 1925

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: