Saluti da Ischia Ponte: il bando di concorso integrale

“Saluti da Ischia Ponte”
CONCORSO INTERNAZIONALE DI IDEE PER LA
VALORIZZAZIONE URBANISTICA ED ARCHITETTONICA
DEL BORGO DI ISCHIA PONTE

BANDO DI CONCORSO

Premessa
Il Borgo di Ischia Ponte nasce come borgo di pescatori; la presenza di residenze di famiglie nobili, di chiese e dell’Episcopio ne completa l’articolazione urbanistica ed architettonica .
Fortemente caratterizzante è la presenza del Castello Aragonese d’Ischia, isolotto fortificato in mezzo al mare, cui è collegato da un pontile in muratura.
A partire dagli anni ’60 con l’aumento dell’afflusso turistico
l’originaria autenticità del borgo si è andata via via perdendo a causa di un malinteso senso del progresso e della modernità che ha deformato le architetture e le loro destinazioni d’uso.
L’impianto urbanistico resta però ferma testimonianza dell’unicità di un Luogo costruito secondo uno spontaneo senso delle proporzioni e delle funzioni.
Il Concorso Internazionale di Idee “Saluti da Ischia Ponte” si ispira all’ideale cartolina, allo scatto fotografico del Borgo autentico degli anni ’50 in cui le architetture e le attività nella loro spontanea armonia connotavano le impressioni dei primi turisti/esploratori che avrebbero aperto la strada a flussi ben più consistenti e a incontrollate trasformazioni del territorio.
Il Concorso mira dunque al recupero dell’autenticità del Borgo attraverso il ripristino di forme e funzioni perdute e la proposizione di contributi contemporanei che ne esaltino le qualità e potenzialità.

1. OGGETTO DEL CONCORSO.

1.1. Obiettivi e finalità.

IL CONSORZIO BORGO DI ISCHIA PONTE, bandisce un Concorso internazionale di idee per la valorizzazione urbanistica ed architettonica del Borgo di Ischia Ponte.
Il Concorso “Saluti da Ischia Ponte” ha lo scopo di giungere alla definizione di una soluzione urbanistica ed architettonica che risponda alle seguenti finalità:
a.i.1. Progettazione dell’area attualmente occupata dall’ edificio degli uffici INPS (di cui è prevista la demolizione) e che faccia da cerniera tra la Via Luigi Mazzella (corso principale del Borgo) e il Lungomare Alfonso Il Magnanimo. Un eventuale volume di progetto non potrà superare quello preesistente e la destinazione d’uso è di libera scelta.
a.i.2. Riqualificazione del lungomare “Alfonso Il Magnanimo”, del Piazzale Aragonese e relativo pontile a mare. I tre spazi sono il punto d’incontro tra l’abitato e il mare: sono richiesti interventi che, pur avendo impatto minimo sulla linea di costa, esaltino la fruibilità dei luoghi e la percezione delle straordinarie prospettive architettoniche e ambientali.
a.i.3. Progettazione della connessione architettonica e funzionale tra il costruendo parcheggio della “Siena” e il Borgo di Ischia Ponte. Si richiede un intervento che consenta di valorizzare non solo l’ingresso al Borgo, ma consenta di accentuare la pedonalizzazione del Centro storico integrandola con gli interventi proposti nei primi due punti.

1.2. Parametri di progetto.

I parametri principali di riferimento per il progetto di valorizzazione urbanistica ed architettonica oggetto del Concorso sono il rispetto dell’impianto urbanistico originario, il recupero delle strutture edilizie dal valore architettonico e storico documentato, l’introduzione di soluzioni progettuali di impronta contemporanea che esaltino i valori originari del Borgo e ne migliorino la fruibilità da parte di residenti e ospiti.

1.3. Vincoli di progetto.

Vincoli di natura legislativa.

Il Borgo di Ischia Ponte, così come l’intera Isola di Ischia, è sottoposta a tutela paesaggistica ai sensi del Piano paesistico Territoriale redatto ai sensi dell’Art. 1 – bis della legge 8 agosto 1985 n° 431. Nello specifico le aree oggetto di concorso di progettazione rientrano nella Zona di Protezione Integrale. (Per le Norme di attuazione si rimanda all’allegato specifico).
L’organo competente ad esprimere i pareri per gli interventi sui beni vincolati è la Soprintendenza per i Beni architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici per Napoli e Provincia.
Dal punto di vista normativo, bisogna tener presente i dettami del Piano Regolatore Generale di Ischia, il regolamento edilizio vigente, e la cartografia dei rischi frana ed idrogeologico dell’Autorità di Bacino della Regione Campania.

2. PROCEDURE DI CONCORSO.

2.1. Tipo di Concorso e lingua ufficiale.

Il presente è un Concorso internazionale di idee organizzato in un’unica fase e si svolge in forma anonima.
La lingua ufficiale del Concorso è l’italiano.

2.2. Pubblicità e diffusione.

Il Concorso sarà diffuso sul sito web istituzionale del Consorzio Borgo di Ischia Ponte (www.borgoischiaponte.it) e sui principali siti italiani e stranieri specializzati in materia.

2.3. Condizioni di partecipazione.

La partecipazione al Concorso è riservata agli architetti e agli urbanisti iscritti agli Albi dei rispettivi ordini professionali.
I concorrenti possono partecipare singolarmente o congiuntamente, anche mediante raggruppamenti o associazioni temporanee, indicando il progettista architetto che assume le funzioni di capogruppo.
I concorrenti potranno avvalersi di consulenti o di collaboratori, che potranno essere privi dei requisiti di ammissione ma non dovranno trovarsi in alcuna delle condizioni di esclusione di cui al successivo art. 2.4.
L’Ente Banditore è responsabile solamente nei confronti del capogruppo ed è sollevato da qualunque responsabilità inerente i rapporti interni al gruppo stesso.
Non è ammessa la partecipazione di un concorrente a più di un gruppo di progettazione, né come capogruppo, né come membro del gruppo né come consulente o collaboratore. La partecipazione di un concorrente a più di un gruppo di progettazione comporta l’esclusione dal Concorso di tutti i gruppi dei quali il concorrente risulta essere membro.

2.4. Cause di esclusione.

Non possono partecipare al Concorso:
– i componenti effettivi o supplenti della Giuria, i componenti della segreteria del Concorso, i loro coniugi, i loro parenti e affini, fino al terzo grado compreso, i loro dipendenti e collaboratori e quanti abbiano con loro in atto rapporti di collaborazione continuativa;
– coloro che hanno partecipato alla stesura del bando e/o dei documenti allegati.

3. DOCUMENTAZIONE DI CONCORSO.

3.1. Bando e domanda d’iscrizione.

Il bando e la domanda d’iscrizione costituiscono gli elaborati basilari per la partecipazione al Concorso.
Tutta la documentazione di Concorso è disponibile e scaricabile gratuitamente dal sito web: (www.borgoischiaponte.it)

3.2. Allegati al bando.

Gli Allegati al bando ne costituiscono parte integrante e sostanziale. Essi devono essere compilati da parte dei partecipanti e consegnati in busta chiusa, secondo quanto previsto dall’art. 5.2.
Gli Allegati al bando sono costituiti da:
– Scheda A – Anagrafica e componenti del gruppo.
– Scheda B – Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione.
– Scheda C – Delega al capogruppo.
– Scheda D – Autorizzazione a pubblicare.
– Scheda E – Scelta del motto.

3.3. Documentazione di Concorso.

Costituisce, inoltre, parte integrante e sostanziale del bando di Concorso la seguente documentazione:
– Documentazione descrittiva (storia del Borgo di Ischia Ponte, bibliografia);
– Documentazione storica (immagini e piante antiche).
– Documentazione fotografica (foto aeree, foto attuali);
– Documentazione grafica (planimetria);
– Relazione sui parametri di progetto

4. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE.

4.1. Iscrizione.

Coloro che intendono partecipare al Concorso dovranno inviare la domanda d’iscrizione, scaricabile dal sito web (www.borgoischiaponte.it) compilata in ogni sua parte.
La domanda deve essere sottoscritta dal singolo soggetto partecipante, o dal solo capogruppo in caso di partecipazione di gruppo, e dovrà contenere l’indicazione dei recapiti a cui indirizzare le comunicazioni relative al Concorso.
La domanda di iscrizione dovrà contenere i dati attestanti il versamento della quota di iscrizione di euro 150,00 (centocinquanta/00), spese di bonifico escluse.
Il versamento della quota di iscrizione dovrà essere effettuato tramite bonifico bancario intestato a: Consorzio Borgo di Ischia Ponte riportando come causale del versamento la dicitura: “Iscrizione Concorso Borgo di Ischia Ponte 2017”.
IBAN: IT08N0311139930000000000228
La domanda di iscrizione dovrà pervenire alla segreteria del Concorso, all’indirizzo e-mail:
concorso@borgoischiaponte.it)
(oggetto: “iscrizione concorso 2017”), entro il giorno 31.05.2017.

4.2. Sopralluogo.

I giorni 03.06.17 e 10.06.17 sono previsti due sopralluoghi guidati al Borgo di Ischia Ponte.
Il sopralluogo all’area di progetto non è obbligatorio per la partecipazione al Concorso.
I concorrenti interessati a partecipare al sopralluogo dovranno inviare comunicazione di conferma alla segreteria del Concorso, via e-mail: concorso@borgoischiaponte.it (oggetto: “sopralluogo concorso”), entro le ore 12.00 del giorno antecedente il sopralluogo.
L’appuntamento per il sopralluogo è stabilito alle ore 11.00, nei pressi dell’ingresso del Borgo. I partecipanti devono portare copia della mail di comunicazione della partecipazione al sopralluogo.
In occasione dei sopralluoghi la segreteria del Concorso sarà a disposizione per rispondere a ulteriori domande, che saranno successivamente verbalizzate a beneficio di tutti i partecipanti.

4.3. Quesiti di chiarimento.

Gli iscritti al Concorso potranno rivolgere alla segreteria di Concorso, all’indirizzo e-mail: concorso@borgoischiaponte.it (oggetto: “quesiti concorso”), quesiti di chiarimento sul bando e sulla documentazione allegata, entro il giorno 16.06.2017
Il giorno 19.06.2017 la segreteria del Concorso pubblicherà i quesiti pervenuti e le relative risposte, consultabili esclusivamente sul sito www.borgoischiaponte.it)
Le risposte ai quesiti non saranno fornite singolarmente ai concorrenti.

5. ELABORATI RICHIESTI.

5.1. Elaborati di progetto.

Per la partecipazione al Concorso sono richiesti i seguenti elaborati:
– N. 2 tavole in formato A1 verticale (cm. 84,1×59,4), contenenti gli elaborati ritenuti utili ad illustrare l’idea progettuale, alle scale grafiche ritenute più opportune.
Le tavole dovranno essere montate su pannelli rigidi e leggeri, tipo “forex”, di 3 mm. di spessore, plastificate opache. La composizione delle tavole è liberamente formulata dai concorrenti. Su ciascuna tavola dovrà essere riportato il motto, come specificato al successivo art. 5.2.
– Relazione di non più di 5 facciate di formato A4 (2.200 battute circa per facciata, spazi inclusi), oltre all’eventuale copertina, che illustri in maniera adeguata le scelte di progetto, eventualmente integrate con schizzi di studio, schemi, fotografie, purché compresi entro le 5 facciate prescritte.
– Stima di massima dei costi di costruzione per macrocategorie riportate in una tabella schematica in formato A4.
– Le 2 tavole di progetto ridotte in formato A3, stampate su carta piegata in A4.
– CD-Rom contenente le 2 tavole di progetto (in formato tif, ad alta definizione, risoluzione 300 dpi, dimensioni A1) e la relazione di progetto (in formato .doc).
Non sono ammessi, a pena di esclusione, elaborati ulteriori o diversi.
Gli elaborati di progetto (2 tavole in formato A1, relazione e stima e 2 tavole in formato A3 – tavole di studio o di dettaglio) dovranno essere racchiusi in un unico incartamento (PLICO n.1) recante all’esterno il motto, come precisato nel successivo art. 5.2.
Il CD-Rom contenente la proposta progettuale su supporto informatico deve essere inserito in una busta diversa da quella contenente i documenti di Concorso (PLICO n.3), come precisato nel successivo art. 5.2, al fine di garantire la forma di anonimato dei partecipanti.
Il Concorso si svolge in forma anonima; pertanto dovranno essere omessi nomi o indicazioni tali da svelare l’identità del concorrente, sia sugli elaborati di concorso che sui plichi di incartamento e spedizione.

5.2. Modalità di presentazione degli elaborati e dei documenti di Concorso.

Ciascun progetto dovrà essere contraddistinto da un motto composto da 5 lettere. Il motto dovrà essere collocato in alto a destra delle due tavole (carattere “Arial”, maiuscolo, dimensione 40 punti) e riportato su ciascun elaborato di progetto, come anche in testa alla relazione, sul CD-Rom e sulle Schede allegate.
I concorrenti dovranno raccogliere gli elaborati e i documenti di Concorso divisi in tre incartamenti separati (PLICO n.1, PLICO n.2 e PLICO n.3), opachi, sigillati e contrassegnati all’esterno dal motto riportato sugli elaborati di progetto.
Il PLICO n.1 conterrà gli elaborati di progetto descritti nel precedente art. 5.1.
Il PLICO n.2 conterrà i seguenti documenti, opportunamente compilati da parte dei partecipanti:
– Scheda A – Anagrafica e componenti del gruppo.
– Scheda B – Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione.
– Scheda C – Delega al capogruppo.
– Scheda D – Autorizzazione a pubblicare.
– Scheda E – Scelta del motto.
Il PLICO n.3 conterrà il CD-Rom contenente le 2 tavole di progetto e la relazione.
L’incartamento degli elaborati di progetto (PLICO n.1), la busta con i documenti dei concorrenti (PLICO n.2) e la busta contenente il CD-Rom (PLICO n.3) dovranno essere racchiusi in un’unica confezione, recante all’esterno l’indirizzo del destinatario e precisamente:
Concorso internazionale di idee per la valorizzazione urbanistica ed architettonica del Borgo di Ischia Ponte:

c/o Consorzio Borgo di Ischia Ponte
Via Luigi Mazzella n.124,
80077 Ischia (Na)

Al fine di mantenere l’anonimato, qualora il vettore di spedizione prescelto dovesse richiedere l’indirizzo del mittente, potrà essere indicato quello dell’Ente Banditore del Concorso.
Nel caso di smarrimento del plico, l’Ente Banditore non accetterà alcuna rivalsa da parte dei concorrenti e non accetterà alcun ricevimento di documentazione successivo alla data di scadenza.

5.3. Termine di consegna degli elaborati di Concorso.

I concorrenti dovranno consegnare a mano o far pervenire via posta, al Consorzio Borgo di Ischia Ponte in Via Luigi Mazzella, gli elaborati ed i documenti sopra descritti, entro e non oltre le ore 18.00 del giorno 30.06.2017.
L’indirizzo presso cui far pervenire la documentazione è il seguente: Consorzio Borgo di Ischia Ponte – Via Luigi Mazzella- 80077 Ischia (NA)
I plichi inviati via posta dovranno rispettare lo stesso termine di consegna, ovvero pervenire entro il giorno 31.03.2017. La data di scadenza per l’invio della documentazione si riferisce inderogabilmente alla consegna e non alla data di spedizione, qualunque sia il vettore di spedizione utilizzato.

6. VALUTAZIONE DEI PROGETTI.

6.1. Giuria del Concorso.

La Giuria è composta da membri effettivi e membri supplenti.
Qualora un membro effettivo dichiari la propria impossibilità a partecipare ai lavori, verrà sostituito in via definitiva da un membro supplente designato dal Presidente. Ai lavori della giuria partecipa un segretario verbalizzante, nominato dall’Ente Banditore, senza diritto di voto.
Per la verifica preliminare degli aspetti formali e tecnici definiti nel bando dei progetti, la Giuria sarà supportata dalla segreteria del Concorso in veste di commissione istruttoria.
La Giuria è composta da cinque membri effettivi:
– un architetto di chiara fama, con funzione di presidente;
– un esperto di borghi marinari storici;
– un rappresentante dell’ente banditore;
– un architetto designato dall’Ordine degli Architetti di Napoli e Provincia;
– un ingegnere designato dall’Ordine degli Ingegneri di Napoli e Provincia.
Partecipa ai lavori della Giuria, senza diritto di voto, un rappresentante dell’ente banditore con funzione di segretario.
E’ prevista la nomina di n. 3 membri supplenti, designati in accordo tra l’ente banditore e dall’Ordine degli Architetti di Napoli e Provincia, che entreranno a far parte della Giuria in caso di defezione di suoi componenti.
I nomi dei componenti della Giuria saranno resi pubblici successivamente alla scadenza del termine di consegna degli elaborati ai sensi dell’art. 84 del D.Lgs 163/2006 sul sito internet del concorso www.borgoischiaponte.it
I componenti della Giuria devono dichiarare di non incorrere in alcuna delle situazioni di incompatibilità previste dalla normativa vigente e dal presente Bando, incluse quelle previste dall’art. 84, comma 7 del D.Lgs. n. 163/06.
In caso di incompatibilità, il concorrente (ovvero il consulente o il collaboratore) sarà escluso assieme all’eventuale gruppo di cui fa parte.

I Criteri di valutazione del Concorso possono essere così schematizzati:
a) aspetti estetici e funzionali:
– funzionalità dello schema distributivo urbanistico e dell’integrazione tra le aree poste in prossimità dell’ex sede Inps e quelle a ridosso del lungomare Alfonso il Magnanimo;
– qualità del progetto architettonico, in rapporto agli edifici esistenti e a quello interessato dal concorso (ex sede Inps) e al suo inserimento paesaggistico;
– fattibilità tecnica e coerenza con gli obiettivi del progetto;
b) aspetti economici:
– validità della stima dei costi;
– facile manutenzione e lunga durata nel tempo dei materiali impiegati;
– contenimento dei costi di costruzione e di gestione (risparmio energetico e manutenzione);
c) aspetti generali:
– rispetto di tutte le condizioni del bando;
– utilizzo dei più recenti ritrovati della tecnologia ed innovatività della proposta.

Tali criteri potranno essere opportunamente integrati ed ampliati dalla Commissione Giudicatrice in sede di definizione dei criteri per la formazione dei giudizi.

6.2. Lavori della Giuria.

Prima dell’esame degli elaborati, la segreteria del Concorso provvederà ad eseguire un’istruttoria atta a verificare la rispondenza dei progetti alle richieste del bando.
Dopo avere stabilito i criteri di valutazione e tenuto conto degli obiettivi enunciati nel bando e delle informazioni raccolte nella documentazione allegata, la Giuria valuterà gli elaborati presentati, selezionando 10 (dieci) progetti ritenuti meritevoli per l’esposizione. In seguito, stabilirà la graduatoria definitiva, attribuendo loro un punteggio, da cui verranno individuati i progetti menzionati, i premiati ed il vincitore.
Trattandosi di una competizione anonima, la Giuria, solo dopo aver prescelto i progetti e formulato la graduatoria, procederà all’apertura delle buste sigillate ed alla conseguente verifica dei documenti. In conseguenza a tale verifica, se la Giuria ritenesse incompatibile la partecipazione di uno dei progettisti selezionati, farà subentrare a questo il concorrente successivo nella graduatoria.
Il giudizio della giuria è definitivo ed insindacabile. Le decisioni sono assunte a maggioranza semplice. Le riunioni della Giuria sono valide con la presenza della totalità dei suoi membri. I lavori della Giuria sono segreti. Di essi è tenuto un verbale redatto dal segretario e custodito dall’Ente Banditore.
Le relazioni conclusive dei lavori della Giuria sono pubbliche e consultabili sul sito, e conterranno una breve illustrazione della metodologia di valutazione, seguita e dell’iter dei lavori, oltre che l’elenco dei progetti selezionati, accompagnato dalle relative motivazioni.

6.3. Premi.

Ai progettisti selezionati saranno riconosciuti i seguenti premi:
1° classificato euro 9.000,00.
2° classificato euro 4.000,00.
3° classificato euro 2.000,00.
La Giuria assegnerà delle “menzioni” ai progetti ritenuti meritevoli. I progetti menzionati non avranno diritto ad alcun premio o rimborso.
I primi 10 progetti classificati saranno esposti nella mostra che verrà allestita lungo il Borgo di Ischia Ponte, in occasione della manifestazione di premiazione.
Gli importi dei premi si intendono al netto dell’IVA e al lordo degli eventuali contributi previdenziali.

6.4. Esito del Concorso e pubblicazione dei risultati.

Al termine dei lavori della Giuria, l’Ente Banditore provvederà a comunicare ai partecipanti, via mail, i risultati del Concorso e renderà pubblico il giudizio formulato, pubblicando la relazione conclusiva ed i giudizi espressi sui progetti premiati o menzionati sul sito web www.borgoischiaponte.it
L’Ente Banditore si impegna a presentare al pubblico i progetti, al fine di attivare un dibattito sugli esiti del Concorso.
In particolare, verrà organizzata ad Ischia, il 16 settembre 2017, al Borgo di Ischia Ponte, una manifestazione conclusiva del Concorso in cui, in occasione della proclamazione del vincitore e delle premiazioni, verranno esposti i primi 10 progetti selezionati dalla Giuria.

7. CONDIZIONI FINALI.

7.1. Calendario riassuntivo.

– Lancio del Concorso: 01.03.2017
– Termine di iscrizione: 31.05.2017
– Date del sopralluogo all’area di progetto: 03.06.2017 e 10.06.2017
– Scadenza per l’invio dei quesiti: 16.06.2017
– Pubblicazione delle risposte ai quesiti: 19.06.2017
– Consegna degli elaborati di progetto: ore 18.00 del 30.06.2017
– Riunione della giuria: 7-9.07.2017.
– Comunicazione dei 10 progetti selezionati: 11.07.2017.
– Proclamazione del vincitore, premiazioni, inaugurazione dell’esposizione: 16.09.2017.
– Restituzione degli elaborati di progetto: entro il 31.10.2017.

7.2. Proprietà dei progetti.

I diritti intellettuali relativi ai progetti rimangono di proprietà dei rispettivi autori. L’Ente Banditore acquisisce i diritti patrimoniali sui tre progetti premiati.
In caso di raggruppamenti, a tutti i componenti del gruppo è riconosciuto, a parità di titoli e di diritti, la paternità dei progetti presentati.
L’Ente Banditore si riserva il diritto di esporre, pubblicare o consentire la pubblicazione, in tutto o in parte, degli elaborati di progetto presentati al Concorso, senza nulla dovere ai concorrenti.
È fatto obbligo ai concorrenti, pena l’esclusione dal Concorso, di non pubblicare i progetti prima che la Giuria abbia espresso e reso pubblico il proprio giudizio.

7.3. Ritiro degli elaborati.

Gli elaborati di progetto rimarranno custoditi presso al segreteria del Concorso fino al 31.10.2017. Dopo tale data, i concorrenti autori dei progetti non premiati potranno provvedere al loro ritiro, a proprie spese, facendone richiesta alla segreteria del Concorso. Trascorsi trenta giorni da tale data, l’Ente Banditore non sarà più responsabile della conservazione degli elaborati stessi.

7.4. Accettazione delle clausole del bando.

La partecipazione al Concorso implica, da parte di ogni concorrente, l’accettazione incondizionata di tutte le norme e le clausole del presente bando.
Per eventuali controversie, si farà ricorso al Foro di Napoli.

7.5. Trattamento dei dati personali.

I dati personali forniti dai candidati potranno essere oggetto di comunicazione esclusivamente nell’ambito dell’attività istruttoria di verifica ed esame dei progetti.

7.6. Responsabile del procedimento.

La Responsabile del procedimento per la procedura concorsuale è la dott.ssa Maria Funiciello.

7.7. Segreteria di Concorso.

La segreteria del Concorso ha i seguenti recapiti:
Consorzio Borgo di Ischia Ponte – via Luigi Mazzella n. 124- 80077 Ischia (NA).
Telefono 3495187974
Fax 081.3332559
E-mail concorso@borgoischiaponte.it

error: