Il mistero di Fabio Oronzio, letterato ischitano del ‘400

Tate; (c) Tate; Supplied by The Public Catalogue Foundation

Richard Wilson – Baths of Ischia, near Naples (1700)

Ischia, isola di letterati e anche di opere ormai introvabili. Significativa la vicenda di Fabio Oronzio, intellettuale nato a Ischia nel ‘400 e la cui opera è letteralmente avvolta dal mistero.  Dalle poche notizie reperibili, grazie ai lavori di Porrino e soprattutto Capaccio, sappiamo che scrisse in versi toscani un’opera – ritenuta elegante – intitolata ‘Europa’, probabilmente dedicata ad una donna che non poté sposare. Proprio circa questa vicenda, come riporta Giulio Cesare Capaccio nel suo Historia Neapolitana, Oronzio “aveva un amico rivale nell’amore di una ragazza che ambedue volevano sposare; egli, stimando molto l’amicizia, non si lasciò guidare dalla violenza, per cui non ostacolò l’amico nel suo amore e gli permise di sposare la ragazza”. Una storia d’altri tempi, insomma, e un’opera dai tratti isclani di cui si sono perse le tracce. Un’opera da ritrovare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: