Calcio ischitano: quando il Forio fu ad un passo dalla Serie C

forio-85-86

Il calcio isclano non è stato segnato solo dalle varie incarnazioni dell’Ischia Calcio. Tante, infatti, le squadre che lungo quasi un secolo hanno rappresentato vari comuni e frazioni dello scoglio partenopeo: tra queste, oltre all’Ischia Isolaverde, a raggiungere alti livelli è stato il Forio, che ha conosciuto il periodo di maggiore splendore nella seconda metà degli anni ’80.

1984-85 BIANCOVERDI IN INTERREGIONALE
Iniziamo questo lungo viaggio con quello che a tutti gli effetti è stato il ciclo più avvincente del calcio all’ombra del Torrione. Siamo nella metà degli anni ’80 e il Forio dopo oltre un decennio in Promozione ha finalmente l’opportunità di misurarsi con il campionato Interregionale. Il primo anno è di ambientamento: la squadra guidata da capitan Armidoro e Mister Anastasio si piazza al sesto posto ma si toglie la soddisfazione di battere la capolista Juve Stabia nel febbraio 1985 con gol di Di Lena

 

1985-86 SFIORATA LA PROMOZIONE IN C2!
L’anno seguente sulla panchina foriana siede Giuliano Spignese. L’organico è di quelli competitivi: ad Armidoro si aggiungono altri isolani di grande talento come Gianfranco Pilato e Nello Migliaccio, mentre le redini dell’attacco sono nelle mani di bomber Santagata, autore della bellezza di 18 gol. La partenza dei foriani non è delle migliori, ma la squadra di Spignese si rifà e, nella prima parte di campionato, conquista anche la vetta della classifica. Gli isolani si ritrovano in testa anche nella parte finale della stagione. Il 27 aprile, però, bomber Mannarelli regalava la vittoria in quel di Forio al Latina, che conquistò così la Serie C2. Secondo posto, invece, per i biancoverdi, a pari merito con il Cynthia.

1986- 1989 ULTIMI ANNI IN SERIE D.
Dopo la promozione sfiorata, il Forio conosce un triennio non entusiasmante: nella prima stagione inizio disastroso, quattro allenatori cambiati e un finale dignitoso che permettono la salvezza; l’anno seguente stesso andazzo e quartultimo posto finale; nell’annata 88-89 arriva la retrocessione dopo cinque stagioni (addirittura sette i cambi in panchina e ultimo posto in classifica).

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: